TEMPO DI PASQUA, VI Settimana di Pasqua

VI SETTIMANA DI PASQUA – Mercoledì

[IL VANGELO DI OGNI GIORNO] VI SETTIMANA DI PASQUA – Mercoledì

 

Mercoledì – LO SPIRITO DI VERITÀ (Gv 16,12-15)

 

Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera

L’attività delle singole Persone divine nell’opera della salvezza la scopriamo attraverso i titoli che ricevono nella Scrittura e nella tradizione. Lo Spirito Santo è Consolatore, Illuminatore e in questo testo viene chiamato Spirito di verità.

Cristo disse di sé: “Io sono la via, la verità, la vita” (Gv 14,6). Quando ci invia lo Spirito che è suo, è Spirito di verità. Ma la verità ha due aspetti: è annunciata e deve essere compresa. Lo Spirito Santo agisce in ambedue i casi. Nessuno può parlare della verità divina se non è illuminato dallo Spirito. Così è stato per i profeti, così è per la Chiesa. Ma la loro voce non può essere compresa se non c’è illuminazione.

C’è una famosa icona russa dove san Giovanni Evangelista è rappresentato con la testa inclinata mentre ascolta l’ispirazione dall’alto. Ciò che sente lo comprende e lo scrive sul suo libro: cioè, il vangelo che non può essere capito senza l’illuminazione dello Spirito.

 

Egli mi glorificherà, perché prenderà del mio e ve l’annunzierà

 Cristo è tutta la verità. “Gloria” è conoscere e riconoscere la verità.

Lo Spirito glorifica Cristo in molti modi. Il più evidente è la glorificazione esteriore, pubblica, come quando una città è in festa, perché sta per visitarla un capo di stato. La più solenne glorificazione esteriore di Cristo sarà alla fine dei tempi. Ma già oggi è incredibile costatare quanto e in quanti modi il suo influsso sia penetrato nel mondo. “Quando la domenica mattina sento il suono delle campane” scriveva F. Nietzsche, “non riesco a spiegarmi che tutto questo onore sia per un Ebreo crocefisso più di duemila anni fa”. Molto diverse erano le riflessioni di Napoleone, quando in esilio meditava sulla sua storia: “Poiché conosco gli uomini, dico che Cristo non è semplicemente un uomo”. La sua conoscenza e la sua glorificazione sono opera dello Spirito Santo.

 

Vi annunzierà le cose future

 Che cosa è la realtà? Ciò che vediamo oggi, ciò che è stato attraverso i secoli, ciò che sarà domani? Il tempo frantuma la realtà in attimi, che isolatamente sembrano non avere alcun senso. Se, per esempio, vogliamo capire qualcosa dell’Italia, dobbiamo conoscere la sua storia.

I problemi di oggi hanno origine nel passato, anche se la cosa che sembra più importante è capire dove ci porterà la situazione attuale. Per questo alla gente piacciono profezie e vaticini, anche se il più delle volte si tratta di pure opinioni. Se Cristo è il senso di tutta la storia, l’evoluzione del mondo ci condurrà verso di Lui. Lo Spirito Santo ci dà la fede e la fede ci insegna che Gesù verrà a giudicare i vivi e i morti e che il suo regno non avrà fine. Questa è l’unica profezia che va presa sul serio.

Quelli che hanno ricevuto lo Spirito Santo vivono nella speranza di incontrare Colui che è: “Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, l’inizio e la fine” (Ap 22,13) e Colui che ci assicura: “Si verrò presto. Amen. Vieni Signore Gesù!” (Ap 22,20).

 


 

IL VANGELO DI OGNI GIORNO sono le riflessioni sul Vangelo feriale tratte dall’omonimo libro di padre T. Špidlík che fin dall’inizio è stato il fulcro del Centro Aletti, offrendo il fondamento della sua riflessione teologica e ispirando il lavoro artistico portato avanti da p. Marko I. Rupnik e dal suo atelier.

Il Vangelo di ogni giorno si aggiunge al Vangelo festivo commentato da p. Marko I. Rupnik e alle Briciole di Parola di Fra Roberto Pasolini.

Il libro è disponibile sul sito LIPA

About the author

Notizie correlate